Movimento Studentesco Taranto

Movimento Studentesco Taranto

Commenti

Buonasera ragazzi, se qualcuno è interessato può contattarmi per la prenotazione dei posti
Da questa sera Mercoledì 2 Giugno al Cinema Teatro Orfeo di Taranto alle ore 18,00 e alle ore 20,30.
The Conjuring: Per ordine del Diavolo, il film diretto da Michael Chaves, è il terzo capitolo della saga horror The Conjuring.

Ambientato negli anni '80, vede ancora una volta i coniugi Warren, Lorraine ed Ed (Vera Farmiga e Patrick Wilson,) investigare su un nuovo spaventoso caso, il più sconvolgente che abbiano mai affrontato. Questa volta, infatti, i due investigatori dell'oscuro resteranno davvero sbalorditi di fronte alla forma che il Male può assumere e alle sue terrificanti capacità.
Tratto da una storia vera, il film segue le vicende di un uomo accusato di aver ucciso il suo padrone di casa e che, per la prima volta nella storia americana, utilizza la possessione demoniaca, come attenuante per il crimine commesso.
Riempiamo l’Orfeo!!! Special Event 😎
Vi aspettiamo questa sera alle 20,30 al Cinema Teatro Orfeo di Taranto, con il regista Federico Zampaglione e Giglia Marra attrice protagonista, per incontrarli e interagire con loro prima della proiezione di “MORRISON” l’ultimo film del leader dei Tiromancino.
Ultimi ticket presso il botteghino dell’Orfeo anche questa sera o chiamando il 3290779521.
Buongiorno, come posso contattare la direzione del movimento studentesco?
Lunedì 8 Aprile faremo sit-in davanti al palazzo di città. Alle 11 ci raduneremo per sapere le decisioni prese dal sindaco.
Sabato 4 maggio manifestazione nazionale davanti le portinerie ex ilva..servira' la mano di tutti per dire basta una volta per tutte!!
- 50 giorni
cercalo su Instagram
contro il Bullismo!!
Ciao, anime di luce! Oggi, giovedì 28 giugno, in piazza Maria Immacolata a Taranto, a partire dalle ore 18 30, Hermes Academy e Arcigay Strambopoli Taranto ricordano i Moti di Stonewall, convenzionalmente definiti primo momento della storia del movimento LGBTIQ+ del secolo scorso. Banchetto informativo, workshop, improtheatre, boardgames e, alle ore 20.00, testimonianza di Eleonora Magnifico, attivista transgender. Non mancate! Giochiamo, performiamo e riflettiamo assieme sulla nostra storia e sull'importanza di essere uniti/e/* e restare umani. Un bacio, Luigi (Per info e proposte, non esitate a contattarsi al +39 388 874 6670)
Gran bel week-end cinematografico questa sera Sabato 20 e domani sera Domenica 21 Gennaio al Cinema Teatro Orfeo di Taranto.
Alle ore 18,00 per non dimenticare in vista della prossima settimana della memoria “UN SACCHETTO DI BIGLIE”. Alle ore 20,00 e alle ore 22,00 il pluripremiato e atteso “TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI”.
TRAMA UN SACCHETTO DI BIGLIE:
Regia di Christian Duguay.
Con Dorian Le Clech, Batyste Fleurial, Patrick Bruel, Elsa Zylberstein, Bernard Campan, Kev Adams, Christian Clavier, César Domboy, Ilian Bergala, Lucas Prisor.
Un sacchetto di biglie, il film diretto da Christian Duguay, racconta il sorprendente viaggio di due giovani fratelli di origini ebrea, attraverso la Francia degli anni quaranta, occupata dai nazisti.
Joseph (Dorian Le Clech) e Maurice (Batyste Fleurial) vivono la loro infanzia serenamente: d'estate giocano tra le onde, d'inverno si sfidano a battaglie di p***e di neve. Fino a quando tutto cambia. A scuola sono costretti a indossare segni distintivi sulla giacca della divisa, come tutti gli altri bambini ebrei; vengono esclusi e additati dai compagni, emarginati dagli amici che ora li guardano in modo diverso. La situazione si complica a tal punto che una sera, il padre (Patrick Bruel) gli annuncia che dovranno partire in cerca di un luogo più sicuro. I bambini si mettono così in viaggio per sfuggire ai nazisti e raggiungere la cosiddetta "terra libera". In qualche modo riescono a eludere i controlli delle SS, imparano a riconoscere il rumore dei tremendi camioncini che sciamano per il Paese, e a scappare prima che gli ufficiali a bordo si accorgano della loro presenza.
Il film segue i due bambini nella loro fuga da Parigi alla ricerca di un rifugio definitivo, mostra senza filtri le insormontabili difficoltà che affrontano lungo il percorso e come, con un'incredibile dose di astuzia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi finalmente alla loro famiglia.
TRAMA TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI:
Regia di Martin McDonagh.
Con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Abbie Cornish, Lucas Hedges, Zeljko Ivanek, Caleb Landry Jones, Clarke Peters, Samara Weaving, John Hawkes, Peter Dinklage, Kathryn Newton, Kerry Condon.
Tre Manifesti a Ebbing, Missouri segue le tragicomiche vicende di una madre in cerca di giustizia per la figlia, che ingaggia una lotta contro un disordinato branco di poliziotti pigri e incompetenti. Dopo mesi trascorsi senza passi in avanti nelle indagini sull'omicidio di sua figlia, Mildred Hayes (Frances McDormand) decide di prendere in mano la situazione e "rimbeccare" le indolenti forze dell'ordine. Sulla strada che porta in città, la madre furente noleggia tre grandi cartelloni pubblicitari sui quali piazza una serie di messaggi polemici e controversi, rivolti al capo della polizia William Willoughby (Woody Harrelson). Lo stimato sceriffo di Ebbing prova a far ragionare la donna, ma quando viene coinvolto anche il vice Dixon (Sam Rockwell), uomo immaturo dal temperamento violento e aggressivo, la campagna personale di Mildred si trasforma in una battaglia senza esclusione di colpi, calci, schiaffi, morsi, insulti e frasi scurrili.
ATTENZIONE QUESTO SPORT PROVOCA UN’ELEVATA DIPENDENZA!!
Le emozioni che si provano nel praticare il kitesurf sono molteplici: lo stare a contatto con elementi come il mare e il vento crea un forte legame con essi. L’adrenalina e la sensazione di libertà scorrono forti nelle vene, infondendo uno stato di eccitazione indescrivibile. L’attesa del vento scandisce il tempo e non passa giorno in cui non si aspetti che torni a soffiare. Acqua e aria sono uniti per dare vita ad uno sport chiamato KITESURF.
Grazie all’invenzione di ali sempre più sicure e stabili , il kitesurf è diventato ora uno sport di massima sicurezza e unico nel suo genere , adatto a tutti: uomini, donne e bambini.
È uno sport considerato estremo dal punto di vista delle azioni che si possono compiere e per la sua costante sfida verso gli elementi della natura.
Ogni allievo verrà seguito in vari step da un istruttore e da questo si deduce l’obbligo di fare un corso, soprattutto all’inizio, ma non solo. Un corso chiaramente è anche consigliato nei livelli di perfezionamento (salti, onde etc.): affidandosi a istruttori specializzati nella disciplina specifica, si possono garantire grandi risultati.
https://www.facebook.com/AsdKitesurfTaranto/photos/a.565933773529005.1073741836.542358705886512/1156071217848588/?type=3&theater

Insegnate ad un uomo la ragione, e lui penserà per tutta la vita - Phil Plait La metà delle scuole superiori italiane sono inagibili.

Il Movimento Studentesco Taranto, nasce dall'esigenza di riunire tutti gli studenti medi e universitari di Taranto e provincia, oltre ai giovani impegnati nel sociale. Gli studenti, per anni, sono rimasti inascoltati, emarginati, ignorati dal governo e dalla società. Le condizioni in cui riversano la maggior parte delle scuole ed università, sono pessime. Il diritto allo studio non ci è garantito

23/09/2023
14/10/2021

Ci siamo! Finalmente Venerdì 22 Ottobre, Global Strike per il futuro. Scendiamo nuovamente in piazza per chiedere Giustizia Climatica e Giustizia Sociale.
Passate parola, organizzatevi con le vostre scuole e non mancate!

Tutti i dettagli del corteo, luogo e orario, verranno comunicati nei prossimi giorni.

27/12/2020

𝐀𝐭𝐭𝐞𝐧𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞! 𝐏𝐞𝐫𝐢𝐜𝐨𝐥𝐨 𝐭𝐫𝐢𝐯𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐧𝐞𝐢 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐢 𝐦𝐚𝐫𝐢!
Mentre la Danimarca non rilascerà più concessioni per trivellare il Mare del Nord, il governo italiano dà il via libera, tramite il Decreto , a 54 nuovi siti da trivellare, tra permessi di prospezione, ricerca e concessioni di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi o di prospezione e di ricerca in essere.

Come se già non bastassero , e discariche varie in questo territorio, adesso ci sono anche le ad inquinare e devastare i nostri mari. In particolare le aree interessate saranno tre nel di . Lo stesso mare dove ogni anno migliaia di persone si recano per vedere e studiare le molteplici specie di delfini nel loro habitat naturale e gruppi di capodogli vivono e transitano, ora vengono messi a rischio.

Ancora una volta, l’oro di Taranto, il mare, i cetacei e la sua blue economy, sono in pericolo.

Mentre l’Europa stanzia fondi per accelerare la energetica ed in tutto il mondo, milioni di persone chiedono di abbandonare le fonti fossili, il governo italiano continua ad andare in controtendenza con gli accordi di Parigi.

Chiediamo lo immediato di tutte le nuove autorizzazioni a trivellare su tutto il territorio nazionale e la dismissione degli impianti attualmente produttivi.

Mobile uploads 09/12/2020

Oggi abbiamo aderito al sit-in di protesta lanciato da altre associazioni e movimenti cittadini per la questione Ilva.
Siamo scesi in piazza per ricordare che, a due giorni dall'anniversario degli accordi di Parigi sul clima, dopo ben 5 anni, nulla è cambiato.

Il Governo Italiano, non solo non ha intrapreso alcuna azione per contribuire a mantenere la temperatura sotto 1.5°, ma proprio in questi giorni si appresta a firmare uno scellerato accordo con Arcelor Mittal, una multinazionale predatoria e criminale, per entrare in Ilva, attraverso Invitalia.

L'accordo punta ad investire circa due miliardi di euro per aumentare la produzione ad 8 milioni di tonnellate annue, sostituendo nel medio-lungo periodo gli altiforni a carbone presenti nell'area fusoria dello stabilimento (la cosiddetta area a caldo), con forni elettrici alimentati a gas (metano).

Nel frattempo, Sindaco e Regione sono per l'apertura di un'accordo di programma spacciandolo per una finta decarbonizzazione, parlando di chiusura dell'area a caldo, che in realtà non andrebbe a chiudere nulla ma a sostituire gli attuali impianti a carbone con quelli a gas, ridimensionando l'impianto.

Impiegare i soldi pubblici e i fondi del Recovery Fund per continuare ad investirli in fonti fossili, all'interno di una fabbrica che è ormai obsoleta e pericolosa, non solo è in controtendenza con gli Accordi di Parigi, ma anche deleterio per la popolazione di Taranto e provincia.

Non vogliamo né un Ilva a gas, né a carbone.
Crediamo che quei fondi possano essere investiti nella chiusura totale dello stabilimento, smantellamento degli impianti, bonifiche e decontaminazione dei suoli e terreni inquinati attraverso il reimpiego degli operai. Questa è l'unica transizione giusta ed accettabile che tuteli salute, ambiente e occupazione.

Oggi abbiamo aderito al sit-in di protesta lanciato da altre associazioni e movimenti cittadini per la questione Ilva.
Siamo scesi in piazza per ricordare che, a due giorni dall'anniversario degli accordi di Parigi sul clima, dopo ben 5 anni, nulla è cambiato.

Il Governo Italiano, non solo non ha intrapreso alcuna azione per contribuire a mantenere la temperatura sotto 1.5°, ma proprio in questi giorni si appresta a firmare uno scellerato accordo con Arcelor Mittal, una multinazionale predatoria e criminale, per entrare in Ilva, attraverso Invitalia.

L'accordo punta ad investire circa due miliardi di euro per aumentare la produzione ad 8 milioni di tonnellate annue, sostituendo nel medio-lungo periodo gli altiforni a carbone presenti nell'area fusoria dello stabilimento (la cosiddetta area a caldo), con forni elettrici alimentati a gas (metano).

Nel frattempo, Sindaco e Regione sono per l'apertura di un'accordo di programma spacciandolo per una finta decarbonizzazione, parlando di chiusura dell'area a caldo, che in realtà non andrebbe a chiudere nulla ma a sostituire gli attuali impianti a carbone con quelli a gas, ridimensionando l'impianto.

Impiegare i soldi pubblici e i fondi del Recovery Fund per continuare ad investirli in fonti fossili, all'interno di una fabbrica che è ormai obsoleta e pericolosa, non solo è in controtendenza con gli Accordi di Parigi, ma anche deleterio per la popolazione di Taranto e provincia.

Non vogliamo né un Ilva a gas, né a carbone.
Crediamo che quei fondi possano essere investiti nella chiusura totale dello stabilimento, smantellamento degli impianti, bonifiche e decontaminazione dei suoli e terreni inquinati attraverso il reimpiego degli operai. Questa è l'unica transizione giusta ed accettabile che tuteli salute, ambiente e occupazione.

29/11/2020

🕛 Domani il governo con Giuseppe Conte e il ministro Stefano Patuanelli firmerà l'accordo con Arcelormittal per riacquistare l'Ilva di Taranto, e riconvertirla a gas.
Stanno condannando le vite e la salute di centinaia di persone!

🎞️ Come spiega Fridays For Future - Taranto in questo video, è in ballo il destino di Taranto. E Taranto non vuole né una Ilva a carbone né a gas, i combustibili fossili devono restare sotto terra!

🤐Eppure nessuno ne parla

Amplifichiamo la loro voce! 📢

📍Condividi questo video e tienilo nella tua bacheca per 24 ore o nelle stories, taggando Stefano Patuanelli e Giuseppe Conte

💬 Commenta i post sulle loro pagine social scrivendo "Ilva né a gas né a carbone. I combustibili fossili devono restare sotto terra per rimanere dentro i + 1.5 gradi ed evitare il collasso climatico ed ecologico. Liberiamo Taranto da !"

👉🏼 Per scaricare il video vai sul canale Telegram di Fridaysforfuture Italia

28/11/2020

🛑Good News‼️
Finalmente siamo riusciti a portare la questione a livello nazionale.
Nell’attesa che il governo firmi l’accordo per far rientrare lo Stato in Ilva, Fridays For Future Italia, prende posizione in merito. Contiamo di avviare una grande campagna a livello nazionale ed europeo e di tornare a mobilitarci il prima possibile nelle piazze. Non si molla di un centimetro!

27/11/2020

Taranto, da 60 anni in svendita per lo Stato e le multinazionali, in nome del profitto.

Chiusura e riconversione: unica soluzione!

26/09/2020

🌏 MANCA SEMPRE MENO ALLO SCIOPERO PER IL CLIMA DEL !! 🌏⠀

💶 Durante la pandemia le persone al potere hanno ascoltato gli esperti, e detto che nulla può stare davanti alla vita delle persone. Eppure continuano e ignorare la , raccontandoci belle favole su come tutto sia sotto controllo.⠀

🥺 Ma nulla è sotto controllo, perchè le emissioni continuano a crescere, allontanandoci sempre di più dal percorso sicuro per stare sotto 1,5°C di surriscaldamento globale. Destinandoci a un pianeta nel caos.⠀

🤯 La crisi climatica deve essere trattata come una crisi. E le persone al potere devono difendere la vita umana sulla Terra piuttosto che l'avidità di pochi.⠀

🔥🔥 Il 9 Ottobre saremo nelle strade d' per riprenderci il ! 🔥🔥⠀

⚠️ Più info: https://www.facebook.com/events/345089190015236

05/01/2020

🌍 SCENDIAMO IN PIAZZA PER IL CLIMA!

⏰ Come vediamo lucidamente in questi giorni, la crisi climatica È GIÀ QUI. Gli stanno aumentando di intensità e durata; lo sanno bene migliaia di cittadini australiani, costretti ad abbandonare le loro case. e sono sempre più frequenti, come testimoniano - da ultime - le foto delle città indonesiane sommerse dall'acqua. Le ondate di battono ogni record, sfiorando i 20 GRADI in inverno in NORVEGIA!⠀

🔥 Di fronte a tutto questo, la non muove un dito.⠀
Noi però non resteremo a guardare mentre il nostro FUTURO va in FIAMME! Nelle prossime settimane scenderemo in piazza per sostenere tutte le persone colpite dagli incendi australiani e chiedere che il governo di smetta di l'intera sua nazione, negando la crisi climatica.⠀

🌍 Inoltre il parteciperemo al 5º SCIOPERO GLOBALE per il CLIMA, manifestando in oltre 100 città italiane e coinvolgendo MILIARDI di persone in tutto il mondo, decise a difendere il futuro loro e delle generazioni a ve**re! Segnatevi la data, non c'è più tempo da perdere!⠀

📣 «We are unstoppable, another world is possible!»⠀




26/11/2019

Il 29 novembre una intera giornata di lotta ci aspetta.
-Alle 5.30 saremo sotto le portinerie Ilva con gli operai (stiamo organizzando autobus gratuiti da concattedrale e tamburi che ci accompagneranno e riporteranno indietro, per prenotarvi contattateci);
-Alle 9.30 corteo cittadino, partenza Arsenale;
-Alle 11.30 concerto per il Clima: Raise your voice against Capitalism!
Invitate tutti i vostri amici all’evento e a partecipare. Vi aspettiamo in tanti!!!

22/11/2019

In occasione prossimo sciopero globale indetto dal movimento Fridays For Future, il 29 novembre, alla vigilia del Cop25, la conferenza delle parti dell'UNFCCC in programma a Madrid dal 2 al 13 dicembre, a Taranto abbiamo programmato una intera giornata di lotta.
Considerata la centralità della questione ex-Ilva, insieme alle compagne e i compagni dell'USB, che hanno aderito allo sciopero nazionale, la giornata inizierà con un presidio davanti alle portinerie della fabbrica alle ore 5.30 del mattino. Disporremo dei servizi navetta, i cui percorsi saranno comunicati a breve attraverso i nostri canali, per consentire agli studenti e ai cittadini che vorranno raggiungerci per manifestare insieme ai lavoratori del siderurgico.
Alle 9.30 è previsto un corteo che, partendo dall'Arsenale, arriverà in piazza della Vittoria, dove avrà luogo un concerto all'interno del quale verrà inserito un intenso dibattito sui temi ambientali e sull'emergenza Taranto, che continuerà fino al pomeriggio.
"Pensare globale, agire locale" è questa la linea guida che i giovani di tutto il mondo si sono dati, ecco perché la crisi ambientale mondiale ci porta, localmente, ad agire contro quella multinazionale predatoria che insiste sulla nostra città.
La crisi di questi giorni ha acuito la contrapposizione tra salute e lavoro, tra cittadini e lavoratori, per questo il 29 marceremo fianco a fianco, per scardinare la falsa informazione che ci vuole divisi.
Invitiamo tutte le associazioni, i comitati e tutte le cittadine e i cittadini ad unirsi a questa giornata di protesta.

Photos from Movimento Studentesco Taranto's post 11/11/2019

Domani chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado per allerta meteo arancione. Fate girare!

05/10/2019

Oggi siamo qui all’assemblea nazionale di Fridays For Future Italia, a Napoli, in una location esclusiva come Castel dell’Ovo. Tantissime attiviste ed attivisti da ogni parte d’Italia, tanto entusiasmo e tante energie positive che discutono di Giustizia Climatica e Giustizia Sociale. Cambiamo il sistema, non il Clima.

02/10/2019

Ricordiamo a tutti l’appuntamento di domani.
Dopo la grande mobilitazione del 27 settembre, il percorso di FridaysForFuture Taranto continua. Ci incontriamo domani, Giovedì 3, alle ore 17.30 in Via Pitagora 32, per programmare le prossime iniziative. Vi aspettiamo in tanti, non mancate!

28/09/2019

Fridays For Future - Taranto

I docenti di scrivono una lettera al Ministro dell’Istruzione Fioramonti e Ministro dell’Ambiente Costa.

27/09/2019

Si conclude la Climate Week.
In 180 paesi al mondo milioni di persone sono scese in piazza contro i cambiamenti climatici. In Italia oltre 160 piazze. Anche a Taranto oggi eravamo presenti in migliaia. Un corteo coloratissimo è pieno di contenuti, composto da studentesse e studenti, lavoratrici e lavoratori, giovani e meno giovani, tutti uniti per il clima! Seguiranno tante iniziative. Sensibilizzeremo ripulendo i luoghi degradati, pianteremo alberi, proietteremo documentari, organizzeremo dibattiti e convegni per approfondire le nostre conoscenze ed infine ci batteremo affinché il comune dichiari Emergenza Climatica! Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato e vi invitiamo ad unirvi a noi, c’è bisogno dell’aiuto di tutte e tutti. Insieme salviamo il mondo.
Queste alcune foto di oggi, mandateci le vostre foto più belle, più tardi faremo una cartella dedicata. Ci diamo appuntamento al 29 novembre, per il quarto Sciopero Globale!

Si conclude la Climate Week.
In 180 paesi al mondo milioni di persone sono scese in piazza contro i cambiamenti climatici. In Italia oltre 160 piazze. Anche a Taranto oggi eravamo presenti in migliaia. Un corteo coloratissimo è pieno di contenuti, composto da studentesse e studenti, lavoratrici e lavoratori, giovani e meno giovani, tutti uniti per il clima! Seguiranno tante iniziative. Sensibilizzeremo ripulendo i luoghi degradati, pianteremo alberi, proietteremo documentari, organizzeremo dibattiti e convegni per approfondire le nostre conoscenze ed infine ci batteremo affinché il comune dichiari Emergenza Climatica! Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato e vi invitiamo ad unirvi a noi, c’è bisogno dell’aiuto di tutte e tutti. Insieme salviamo il mondo. Per restare sempre aggiornati seguiteci anche su Instagram: https://instagram.com/fridaysforfuturetaranto?igshid=12agx1ncsua3a
Queste alcune foto di oggi, mandateci le vostre foto più belle, più tardi faremo una cartella dedicata. Ci diamo appuntamento al 29 novembre, per il quarto Sciopero Globale!

26/09/2019

Tutto è pronto!
Vi aspettiamo domani al Terzo Sciopero Globale per il Clima. Partenza ore 9.00 da Via di Palma (Arsenale). Partecipate in tanti, non mancate!
System Change not Climate Change!

Tutto è pronto!
Vi aspettiamo domani al Terzo Sciopero Globale per il Clima. Partenza ore 9.00 da Via di Palma (Arsenale). Partecipate in tanti, non mancate!

26/09/2019

📢 RISPOSTA AL MINISTRO 📢

📅 Qualche giorno fa, il Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti ha dichiarato il suo sostegno alla manifestazione di venerdì, definendo lo una "lodevole iniziativa". Noi gli abbiamo risposto così:

🖋 "Caro Ministro Fioramonti, ci fa piacere il sostegno che ci ha dimostrato e siamo contenti che il tema dell'emergenza climatica sia finalmente di interesse (almeno a parole) per la politica.

Ora, però, è necessario che le parole si trasformino in fatti. Queste sono le nostre richieste. 📝

1⃣ Aumenti i fondi alla scuola, all'università e alla ricerca per sostenere l'innovazione ecologica

2⃣ Elimini dai programmi didattici tutti i contenuti basati sul consumo di combustibili fossili

3⃣ Inserisca in tutti i programmi insegnamenti basati su modelli di sviluppo sostenibile.

4⃣ Interrompa tutte le collaborazioni tra il MIUR e le aziende inquinatrici che non abbiano ancora un piano di decaebonizzazione entro il 2025 e un piano esplicito di bonifiche, come Eni, FCA, VW, McDonalds.

5⃣ Ora che ha invitato i dirigenti scolastici a lasciar scioperare gli studenti, i presidi non devono applicare sanzioni disciplinari come il conteggio del limite di 50 assenze e la penalizzazione del voto in condotta per chi sciopera il 27 Settembre.

Il banner al Ministero non ci basta, vogliamo azioni concrete per fermare il cambiamento climatico a partire da scuole e università!"

25/09/2019

Siamo quasi a -1!!!
😮Ad oggi in Italia per questo 3° Global Climate Strike abbiamo conferma di 173 gruppi attivi (un nuovo record!), con appuntamenti in ben 160 città italiane.

Cambiamo questo mondo, salviamoci la pelle!🐲🔥

🇮🇹Mappa FFF Italia: https://goo.gl/wdFuoQ

Il 27 sciopereranno con noi nel mondo, in ordine ‘solare’:

Nuova Zelanda
Thailandia
Myanmar
Mali
eSwatini
Gambia
Sudan
Arabia Saudita
Yemen
Ungheria
Slovenia
Grecia
Paesi Bassi
Belgio
Svizzera
Svezia
Spagna
Portogallo
Canada
U.S. Virgin Islands
Argentina
Venezuela
Aruba
Ecuador
Guam
Honduras
🌎Mappa globale: https://www.fridaysforfuture.org/events/map…

See you in the Streets!

25/09/2019

Fridays For Future - Taranto

Mentre si continua a insultare Greta Thunberg, questo pazzoide afferma che l’amazzonia non è patrimonio dell’umanità. Iniziate a rivolgere le vostre attenzioni e ad indirizzare le vostre proteste contro i veri colpevoli che stanno distruggendo il nostro pianeta invece di prendervela con una ragazzina di 16 anni.

Dal podio delle Nazioni Unite, il leader brasiliano ribadisce il diritto sovrano a gestire la questione Amazzonia come meglio crede, perché "l'Amazzonia non è patrimonio dell'umanità".

25/09/2019

Fridays For Future - Taranto

Attenzione: Ilva di Taranto è l'impianto che emette più CO2 in Italia!

23/09/2019

⚠️Assenza giustificata per chi sciopera il 27 settembre!⚠️
Ogni alunno potrà chiedere al docente di essere accompagnato al corteo e giustificare l’assenza che non sarà conteggiata. Ovviamente da questo governo ci aspettiamo ben altro, bisogna che adotti subito delle politiche volte a contrastare i cambiamenti climatici!

🔴 GIUSTIFICAZIONE PER CHI SCIOPERA
Questa la richiesta che arriva ai dirigenti scolastici dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca.

💥 Un segnale netto rispetto a chi ci accusa di essere giovani senza voglia di studiare.
Voci che comunque non abbiamo mai ascoltato perché sappiamo bene che non ha senso studiare per un domani che ci stanno rubando oggi; non ha senso che il sistema ci insegni delle nozioni che non hanno alcun significato per la classe politica di quello stesso sistema; e non ha senso studiare per il futuro quando coloro che si sono istruiti nel passato, gli eruditi scienziati, non vengono ascoltati.

📚 Sciopereremo per salvare la vita sulla terra e dare vera importanza all'istruzione e a coloro che si sono già istruiti.

Parlatene con i vostri dirigenti o quelli dei vostri figli.

👊 Con o senza giustificazione ci vediamo per strada

23/09/2019

Non c’è più tempo!
Abbiamo meno di 12 anni per diminuire le emissioni di gas serra e salvare il mondo dai cambiamenti climatici. Scendi in piazza con noi prima che sia troppo tardi!
Venerdì 27 settembre, ore 9.00, partenza Via di Palma (Arsenale). Non mancate!
Qui l’evento ufficiale: Bit.ly/FFFTA

22/09/2019

Il 27 settembre anche Taranto scende in strada a sostegno della mobilitazione globale per il clima chiamata da Friday for Future in concomitanza col summit ONU sul cambiamento climatico.

Taranto è infatti emblema di un sistema di sviluppo fallimentare che insiste ancora sulle devastanti economie fossili. Per questo è importante essere in piazza per far sentire la nostra voce e chiedere un piano per la transizione energetica, la chiusura degli impianti incompatibili con la vita umana ed il risanamento dei territori.

L’insediamento del nuovo governo costituisce un momento decisivo per riprendere i temi del rilancio ecologico ed etico dell’economia, soprattutto perché nel nuovo programma si è inserito proprio il clima fra i punti cardine delle politiche nazionali da intraprendere.

Noi non lasceremo che queste restino ancora una volta parole utili per una facile propaganda: sfideremo i governanti a misurarsi puntualmente con le loro promesse, convinti che le economie green possano davvero restituire centralità al benessere delle persone, rilanciando occupazione ed economia in termini sani ed etici.
Se dev'essere davvero un “new Deal” ecologico, allora si parta da Taranto!

Portiamo pertanto le lotte di Taranto nel contesto delle battaglie globali contro il cambiamento climatico per la più grande rivendicazione ambientale di sempre: ripartire da persone e territori!

CHIUSURA DELLE INDUSTRIE INQUINANTI

ABBANDONO TOTALE E DEFINITIVO DELLE ECONOMIE FOSSILI

AVVIO DI UN GRANDE PROGRAMMA PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA

BONIFICA DEI TERRITORI INQUINATI

Abbiamo solo pochi anni per salvare il pianeta da cambiamenti climatici irreversibili... per Taranto il tempo è già scaduto!



https://www.facebook.com/events/739221619833476/

21/09/2019

Fridays For Future Taranto presente oggi insieme ad altre decine di associazioni al World Cleanup Day il più grande evento di pulizia e raccolta rifiuti al mondo, organizzato per l’occasione da Plasticaqquà Taranto, sulle sponde della circummarpiccolo. Oltre 150 persone e più di 110 sacchi di spazzatura raccolti, divisi tra vetro, plastica e indifferenziato.
Prossimo appuntamento, 27 settembre in occasione del Terzo Sciopero Globale per il Clima, non mancate!

20/09/2019

Fridays For Future - Taranto

Siamo con l’acqua alla gola! - secondo atto;
Oggi inizia la settimana di mobilitazioni in tutto il mondo che ci porterà verso il 27 settembre, in occasione del Terzo sciopero globale per il Clima. Anche a Taranto abbiamo aderito al flash mob nazionale "Con l'acqua alla gola", per sensibilizzare sul tema del surriscaldamento globale e del conseguente scioglimento dei ghiacciai. Taranto nel 2100 potrebbe essere una delle città sommerse dell'innalzamento delle acque. Il 27 settembre vi aspettiamo in piazza, non mancate!

Siamo con l’acqua alla gola! - secondo atto;
Oggi inizia la settimana di mobilitazioni in tutto il mondo che ci porterà verso il 27 settembre, in occasione del Terzo sciopero globale per il Clima. Anche a Taranto abbiamo aderito al flash mob nazionale "Con l'acqua alla gola", per sensibilizzare sul tema del surriscaldamento globale e del conseguente scioglimento dei ghiacciai. Taranto nel 2100 potrebbe essere una delle città sommerse dell'innalzamento delle acque. Il 27 settembre vi aspettiamo in piazza, non mancate!

20/09/2019

Fridays For Future - Taranto

Siamo con l’acqua alla gola!
Oggi pomeriggio saremo nuovamente in piazza della Vittoria dalle ore 17.30 in poi, venite a trovarci.
Oggi inizia la settimana di mobilitazioni in tutto il mondo che ci porterà verso il 27 settembre, in occasione del Terzo sciopero globale per il Clima. Anche a Taranto abbiamo aderito al flash mob nazionale "Con l'acqua alla gola", per sensibilizzare sul tema del surriscaldamento globale e del conseguente scioglimento dei ghiacciai. Taranto nel 2100 potrebbe essere una delle città sommerse dell'innalzamento delle acque. Il 27 settembre vi aspettiamo in piazza, non mancate!

Oggi inizia la settimana di mobilitazioni in tutto il mondo che ci porterà verso il 27 settembre, in occasione del Terzo sciopero globale per il Clima. Anche a Taranto abbiamo aderito al flash mob nazionale "Con l'acqua alla gola", per sensibilizzare sul tema del surriscaldamento globale e del conseguente scioglimento dei ghiacciai. Taranto nel 2100 potrebbe essere una delle città sommerse dell'innalzamento delle acque. Il 27 settembre vi aspettiamo in piazza, non mancate!

18/09/2019

Fridays For Future - Taranto

Taranto chiama e Pinuccio risponde. Vi invita a partecipare e scendere in piazza il 27 settembre per il Terzo Sciopero Globale per il Clima. Partenza via di Palma (Arsenale), ore 09.00. Non mancate!
https://www.facebook.com/events/739221619833476/?ti=icl

12/08/2019

Friday for future, a settembre ondata di scioperi | il manifesto

Tenetevi pronti, il 27 settembre torneremo in piazza!
Si è concluso ieri a Losanna il primo vertice internazionale organizzato dagli attivisti del Fridays for Future, che adesso hanno anche un «programma» politico in tre punti da presentare ai governi del pianeta: garantire giustizia ed equità climatiche, mantenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi dai livelli pre-industriali, ascoltare la scienza. L’evento è durato 5 giorni, vi hanno partecipato oltre 500 tra ragazzi e ragazze provenienti da ben 38 Paesi, compresa Greta Thunberg. Fra di loro c’è chi ha raggiunto la città svizzera in autobus, chi in treno e chi persino in bicicletta. Scelte dettate dalla volontà di ridurre al minimo anche le inevitabili emissioni inquinanti sprigionate da questo «pellegrinaggio green». Ennesima – anche se del tutto simbolica – dimostrazione che l’impegno di questi giovani per le tematiche ambientali è tutt’altro che una moda passeggera, anzi.
Dal vertice è emerso chiaramente come gli incontri volti al confronto e allo scambio di idee e le mobilitazioni di piazza diventeranno ben presto una costante con cui i governi del mondo dovranno misurarsi. Già per il prossimo settembre è stata programmata quella che secondo i giovani attivisti «sarà la più grande mobilitazione di massa per il clima mai vista nella storia». La scelta di settembre non è casuale. Le manifestazioni di piazza – in programma dal 20 al 27 del prossimo mese – coincideranno infatti con il summit delle Nazioni Unite sul clima. L’occasione ideale per i giovani del Fridays for Future per far sentire la propria voce.
Fridays For Future rimane infatti fuori dai partiti, non ne appoggia nessuno e non vuole diventarne uno, assicurano gli attivisti riuniti a Losanna. L’intenzione – da come si può leggere dai loro comunicati – è quella di far pressioni sui partiti già esistenti affinché affrontino seriamente le questioni legate al cambiamento climatico.

ilmanifesto.it Si è concluso ieri a Losanna il primo vertice internazionale organizzato dagli attivisti del Fridays for Future, che adesso hanno anche un «programma» politico in tre punti da presentare ai governi del pianeta: garantire giustizia ed equità climatiche, mantenere il riscaldamento globale entro 1,...

20/04/2019

Continuano i Fridays For Future a Taranto. Non ci ferma nulla.
Ieri sera, venerdì santo, eravamo tra la gente per la . Abbiamo ripulito, laddove possibile, piazza Garibaldi ed alcune vie del centro.
Risultato pulizia: 7 buste indifferenziato e 3 di vetro.
🌍💚 🌍💚

19/04/2019

Fridays For Future - Taranto

Oggi la voce di Taranto era a Roma, insieme a Greta Thunberg, grazie a Marianna, studentessa di Bari.
Chiediamo la chiusura delle fonti inquinanti, a partire da Ilva, maggior produttrice di gas serra in Europa e la riconversione dell’intero territorio. La transizione energetica parte da Taranto. Questo l’intervento integrale. A seguire un minuto di silenzio per tutte le vittime di inquinamento e calamità naturali.

Grazie a Marianna, studentessa di Bari, che oggi ha portato la voce di Taranto a Roma, insieme a Greta.
Chiediamo la chiusura delle fonti inquinanti, a partire da Ilva, maggior produttrice di gas serra in Europa e la riconversione dell’intero territorio. La transizione energetica parte da Taranto. Questo l’intervento integrale. A seguire un minuto di silenzio per tutte le vittime di inquinamento e calamità naturali.

15/04/2019

Fridays For Future - Taranto

Il primo intervento della giornata arriva non a caso da , e non può non citare l’Ilva, nervo scoperto di questo governo, della sinistra e dell’intero sistema produttivo italiano. È la situazione oggettiva a essere radicale e a richiedere, di conseguenza, soluzioni radicali. Su questo gli interventi all’assemblea sono stati categorici, seppur con sfumature diverse: cambiare i comportamenti individuali è giusto e necessario, ma non c’è soluzione che non passi sostanzialmente per un attacco frontale al capitalismo. Il report finale parla a chiare lettere di “cambiare il sistema per fermare il cambiamento climatico”, e mette da parte qualunque consolatoria tentazione di greenwashing neoliberista o qualsiasi tentativo di scaricare i costi della decarbonizzazione sulle fasce più deboli, come ha tentato di fare Macron con la tassa sul carburante: giustizia ambientale e giustizia sociale devono andare di pari passo, si legge nella sintesi prodotta da ragazzi e ragazze, ed è chi da questo sistema energivoro e distruttivo ha guadagnato che deve caricarsi i costi della conversione ecologica.

29/03/2019

Continuano i a Taranto con la .
Resoconto di una giornata di pulizia sulla spiaggia di Lido Taranto.
13 sacchi di vetro e 11 di indifferenziato, tra cui rifiuti di vario genere come tubi e reti di plastica, copertoni di un auto e addirittura un water. Il mare è una delle nostre risorse più preziose che abbiamo, non sporchiamolo.
🌍💚 🌍💚

21/03/2019

Questa mattina presenti a Brindisi al corteo di Libera contro le Mafie..

20/03/2019

Fridays For Future - Taranto

Partecipate al sondaggio.. il 29 Marzo continuano i ..

Buonasera a tutte e tutti. Come sapete il 15 Marzo è stata una mobilitazione senza precedenti in tutto il mondo. Milioni di persone sono scese in piazza contro i cambiamenti climatici. Ma purtroppo una sola manifestazione non basta per cambiare lo stato delle cose. Bisogna nel nostro piccolo agire concretamente. E' così, per Venerdi 29 Marzo, dalle ore 17.00 in poi, lanciamo la . Scegliamo tutte e tutti insieme un luogo della città da ripulire e riqualificare. Vi proponiamo le seguenti zone:

15/03/2019

Anche a Taranto questa mattina migliaia di studenti e studentesse sono scese in piazza contro i cambiamenti climatici. Taranto, la città simbolo dell’inquinamento ambientale nonché fonte principale di CO2 in Europa a causa delle sue industrie. Chiediamo che vengano ridotte dell’80% le emissioni di gas serra entro il 2030 e che parta subito la transizione energetica ed ecologica, abbandonando le fonti fossili e aprendoci alle energie Green e rinnovabili. Non c’è più tempo!
🌍💚 🌍💚

Vuoi che la tua scuola/universitàa sia il Scuola/università più quotato a Taranto?
Clicca qui per richiedere la tua inserzione sponsorizzata.

Video (vedi tutte)

Ecco le materie della seconda prova della #maturitá2018
Intervento d’apertura alla Giornata Internazionale dello Studente di Antonio D Lenti e Lorenzo Boccuni.
Domanda Finale
Turismo
Migrazione Giovanile
Immigrazione
Ambiente
Cultura e spazi di aggregazione
Pino Aprile LIVE PARTE 2
Incontro con Pino Aprile Live
Apertura Giornata internazionale dello studente Taranto 2016, intervento di Antonio D Lenti
Questo è l'intervento di Davide Cardenio all'assemblea di istituto del Pacinotti. Per spiegare agli elettori del 24/10 c...

Sito Web

Indirizzo


Taranto
74123

Altro Taranto scuole/università (vedi tutte)
Studenti Taranto Studenti Taranto
Via Umbria, 163/A
Taranto, 74121

Associazione di Promozione Sociale "Studenti Taranto"

Focus125 Focus125
Via Veneto, 125
Taranto, 74121

La MISSION della cooperativa è quella di offrire servizi e professionalità nell'ambito del settore so

Cambridge Authorised Exam Centre IT307 British School Taranto Cambridge Authorised Exam Centre IT307 British School Taranto
Via Cesare Battisti 474
Taranto, 74121

La British School di Taranto é centro Esami Autorizzato Cambridge Assessment English dal 1985. Off

Impara l'inglese a Taranto Impara l'inglese a Taranto
Taranto, 74121

Vieni e Impara inglese con noi! English Connect e un corso divertente e gratis con gli insegnanti ma

Seltrove.italy Seltrove.italy
Taranto, 74122

Seltrove è un progetto che ha come obiettivo guidare i docenti e gli educatori attraverso la conosc

Mediterranea Management S.R.L. Mediterranea Management S.R.L.
Via Emilia 118
Taranto, 74121

Tel. 099 9679546 E-mail: [email protected] Sito Web: http://www.mediterraneamanagement.

Dopolavoro Filellenico Dopolavoro Filellenico
Sede Itinerante
Taranto, 74121

associazione culturale

Inglesondo Inglesondo
Taranto, 74100

Lezioni di Inglese online, preparazione esami Cambridge e Trinity conversazione, lettura didatti

Ciofs/fp - Puglia Ciofs/fp - Puglia
Sede Legale/Via Umbria 162
Taranto, 74121

Il CIOFS/FP PUGLIA è un ente di formazione accreditato dalla Regione Puglia ed eroga percorsi di form

Plug'n'Play - Musica a Domicilio Plug'n'Play - Musica a Domicilio
Taranto, 74121

La scuola di musica, nel salotto di casa tua

VARM Formazione VARM Formazione
Taranto, 74121

La VARM è accreditata al centro di formazione convenzionato A.N.FO.S. (Associazione Nazionale Forma

DJB Junior Ballet Company DJB Junior Ballet Company
Via G. MEZZETTI, 31/a
Taranto, 74100

DJB Junior Ballet Company Corso Perfezionamento Danzatori Contemporary Jazz.