New Record Bari

Vinili e cd, novità e repertorio

pizzico records

Anche se per il momento non esce su supporto fisico (avremmo tanto voluto avere il vinile in negozio!) condividiamo l'uscita del nuovo lavoro, uscito per pizzico records, di un nostro grandissimo amico, nonché bravissimo compositore, Super Disco aka Alessandro Montano!!!
Ascoltate, scaricate...supportate le produzioni locali!!! 😎😎😎

Pizzico Records iis 50 releases old! 🎂
Let’s go party -but in a chilled way- with Super Disco aka Alessandro Montano.
Born in 1980, Alessandro worked with various artists in the city of Bari, in the South of Italy, and on different solo projects. His music was chosen for the soundtrack of the short film “Bunny” by the Indian director MeghaRamaswami, in competition at TIFF15, and you know that Pizzico loves movie soundtracks!
His brand new ep “Guirlande” is out now for our “maison” and we couldn’t be happier and more proud to celebrate with him our 50th release.

Out on Juno Download for one week only, then on the other portals.
Artwork by Alberto Bello
Mastered by Morphing Studio Bologna

Wire...spaccano ancora!!! 💣💣💣

open.spotify.com

PLAYLIST 14 / 15 NOV 2019, a playlist by NEW RECORD BARI on Spotify

NEWS NEWS NEWS 14 / 15 NOVEMBRE

HAVE A NICE LIFE - SEA OF WORRY
Nuovo album per il duo post-punk ombroso e sperimentale del Connecticut composto da Dan Barrett e Tim Macuga. Come una versione distopica dei Cure trasportati nel 22simo secolo, i nostri abbracciano la materia gotica con fare ultra-moderno, stringendo anche alleanze con la musica acida e la cultura post-industriale. Le linee di basso propulsive che lasciano spazio alle lancinanti chitarre luccicanti, il cantato atonale di Barrett, i sintetizzatori e la batteria si amalgamano come in un coro atto a dipingere stratificati e inquietanti scenari di dolore e rabbia.

TOY - SONGS OF CONSUMPTION
Un disco che racchiude reinterpretazioni in chiave psych-kraut-indie-rock di classici di Stooges, Amanda Lear, Soft Cell, Nico, The Troggs, Charlotte, Serge Gainsbourg, John Barry e Pet Shop Boys. L’album è stato registrato a Brighton, nello studio della band. Ad anticiparlo, la cover di Fun City dei Soft Cell. Contando la strumentale A Dolls House (del compositore John Barry), in totale fanno otto psicodelizie celebrate con freddo romanticismo, come nello stile della band. Ottimo !!!
(Vinile limitato colorato)

THE LIMINANAS - OST/LE BEL ETE
Nuovo disco per Lionel e Marie Limiñana, a pochi mesi dall’uscita di “Diabolique”, il primo album del loro supergruppo chiamato “L’épée” (insieme ad Anton Newcombe dei Brian Jonestown Massacre ed Emmanuelle Seigner). Il regista Pierre Creton ha conosciuto i The Limiñanas a un concerto durante lo Shadow People tour del 2018, ha chiesto loro di scrivere la colonna sonora del suo film Le Bel Été e loro hanno accettato entusiasti. La musica è più elettronica di quanto ci si aspetterebbe di solito dal duo. Tra gli ospiti del disco Ivan Telefunken, il chitarrista catalano di Pascal Comelade ed Etienne Daho, leggenda del pop francese. Vinile limitato bianco.

LIFE - A PICTURE OF GOOD HEALTH
Prodotto da Luke Smith (Foals) e mixato da Claudius Mittendorfer (Parquet Courts), A Picture Of Good Health è il secondo album della band noise-punk di Hull Life. Il disco vede il gruppo concentrarsi su un sound più calibrato ma allo stesso tempo donando ai testi un aspetto maggiormente introspettivo. Se il debutto Popular Music era più politico, il nuovo album ha un approccio personale, audaci sia dal punto di vista sonoro che da quello dei sentimenti, mantenendo comunque l’identità del precedente lavoro.

WATER FROM YOUR EYES - SOMEBODY ELSE'S SONG
I “Water From Your Eyes”, sono un duo di Brooklyn formato da Nate Amos e Rachel Brown, che produce musica pop sperimentale, canzoni ballabili che ti restano in testa molto tempo dopo averle ascoltate. Il loro è un progetto di pop esplosivo, prog woozy, krautrock, post-punk e twee, un disco assolutamente unico e infinitamente interessante, tanto imprevedibile quanto immediatamente contagioso.

TINDERSTICKS - NO TREASURE BUT HOPE
Nuovo album in studio, via City Slang, a tre anni dal loro ultimo lavoro per la rock band inglese. Ricco di calore intuitivo, melodie lussureggianti e spirito curioso, ci regala prodigiose canzoni d'atmosfera intime, delicate serenate old school cantate da Stuart A Staples, nel suo consueto registro, con l’accompagnamento di sottili fraseggi di chitarra, accompagnate da basso batteria, stemperate da fiati e vibrafono jazzy, che scavano in profondità nell’animo di chi le ascolta e che si diversificano magnificamente tra di loro. Vinile colorato limitato.

BONNIE "PRINCE" BILLY - I MADE A PLACE
Will Oldham, alias Bonnie `Prince` Billy pubblica un nuovo album, il primo tutto composto di pezzi originali in otto anni. Oldham è affiancato dal chitarrista Nathan Salsburg, il batterista Mike Hyman e la cantautrice Joan Shelley. Will ha detto che “I Made A Place” è stato ispirato dallo stato delle Hawaii e il suo songwriting è stato influenzato da John Prince e Tom T. Hall. Riprendendo da dove aveva lasciato con “Blueberry Jam”, esamina cosa fare con le cose che amiamo quando arriverà il momento della morte (e quindi rinascita) del nostro mondo. Un disco country con momenti elegiaci che danno il via ad un passo roots-rock e una sezione di fiati che sembra inseguire i lunghi raggi del sole alla fine di una giornata e i primi al suo sorgere, per illuminare i nostri domani pieni di speranza. Vinile colorato limitato.

CATE LE BON & BRADFORD COX - MYTHS 004
Così avvinghiati in copertina, Cate Le Bon e Bradford Cox sembrano volerci dimostrare quanto la loro recente unione artistica sia salda. Radunato un gruppo di amici (Stella Mozgawa delle Warpaint, Stephen Black dei Sweet Baboo, Tim Presley dei White Fence e Samur Khouja), i due hanno scritto e registrato il disco nello spazio di una settimana. Tutto suona quindi immediato e verace, senza troppe sovrastrutture. Nelle sette tracce assemblate di getto convergono slanci alt-pop e clangori rumoristi alla Patti Smith e Velvet Underground, ma anche ipnotiche movenze da dancefloor alternativo e incubi metropolitani declinati in filastrocca. Cate e Bradford, due anime artisticamente irrequiete, qui perfettamente integrate, si dividono gli spazi senza mai pestarsi i piedi, prendendo il centro della scena ora lei, ora lui (che inevitabilmente ci riporta alla mente i Deerhunter), oppure lasciando che i propri esperimenti restino allo stadio strumentale. Valutare “Myths 004” un mero progetto estemporaneo significherebbe limitarne il significato, meglio immaginarlo come un delizioso assaggio di future colorate trasmutazioni.

THE TWILIGHT SAD - K***ED MY PARENTS AND HIT THE ROAD
Per la prima volta in vinile questa raccolta contenete brani registrati dal vivo, covers e demos pubblicata nel 2008 dalla band scozzese. Post-punk, shoegaze, indie rock.

JANE WEAVER - LOOPS IN THE SECRET SOCIETY
Nonostante sia assurta agli onori della cronaca solo nel 2014 con l’album “The Silver Globe”, Jane Weaver vanta una corposa e poco nota carriera discografica, suggellata da ben nove album. Non è dunque strano che oggetto di “Loops In The Secret Society” siano brani in gran parte rielaborati dagli ultimi dischi. Il progetto nasce durante la tournée di “Modern Kosmology” (un ricco set live intitolato "Loops In The Secret Society"), tra reinvenzioni di vecchie canzoni e brani strumentali a far da raccordo tra le parti, formando un mix di suoni analogici e digitali dai contorni quasi sinfonici. L’artista londinese mette a punto un’avventurosa rielaborazione delle composizioni, porgendo la guancia alle infinite possibilità dell’elettronica digitale, senza cedere però spazio alla stessa in sede di scrittura. A beneficiarne sono le atmosfere psych-folk e le temerarie venature kraut-rock, ben nutrite dalle sfumature esoteriche e quasi incorporee dei dieci inediti, adornate da sfumature trip-hop che contrastano con il tono algido della sua voce che dona ai brano un fascino decadente e malsano. Geniale e ispirata la rielaborazione messa in campo da Jane Weaver, che non si limita a una semplice rilettura estetica. Infatti, “Loops In The Secret Society” non è solo un compendio di una carriera quasi ventennale, ma è altresì un punto di partenza per nuovi interessanti sviluppi artistici. Un must di contemporaneo space-age pop. Doppio vinile colorato.

ZIUR - ATO
Secondo album, esce per Planet Mu ed è stato realizzato – sue parole – a supporto di tutte quelle persone che soffrono per trovare un posto nel mondo, che hanno difficoltà a essere rispettate e celebrate per ciò che sono. Un lavoro pensato per tutti quelli che resistono allo status quo, per i sopravvissuti, gli emarginati e i diversi. Ziúr ha chiaramente lavorato duramente dopo il suo disco d’esordio “U Feel Anything?” dello scorso anno, e su ATØ ha sviluppato un sofisticato toolbox, fatto di impetuosi e squillanti bip e toni elettronici, fredde pugnalate metalliche che fanno da tappeto alla batteria e condividono lo spazio insieme a suoni di campane e marimba, tamburi dhol, melodie r&b e archi sontuosi. Siamo insomma al cospetto di un IDM che certo non teme di sporcarsi di elementi r&b e future-pop, offrendo un grande eclettismo interpretativo.

BJÖRK - FEATURES CREATURES
Features Creatures, e’ il titolo del nuovo EP di BJORK Remixato da The Knife e Fever Ray The Knife e Fever Ray portano i loro stili distinti e di gran effetto al singolo di Björk ‘Features Creatures’ in due separati Remixes. Quello di Fever Ray e’ un ‘rework’ cupo ed etereo allo stesso tempo in totale contrasto con il mix di The Knife che è invece vigoroso e pulsante, dando alla traccia originale di Björk’s due prospettive completamente differenti ma azzeccatissime. Come scambio creativo Björk a sua volta ha remixato una traccia di Fever Ray, anch’essa inclusa in questo EP dal titolo ‘This Country Makes It Hard To F**k’.

DORJ & MELODIESINFONIE – MUAR
Il beatmaker di Zurigo Melodiesinfonie si è unito al cantante indie pop, r'nb e soul di Tel-Aviv DORJ per un album collaborativo intitolato "MUAR". Il progetto completo contiene 11 tracce animate da chitarre groovy, chiavi delicate e voce, incluso il loro singolo "Shabur" precedentemente pubblicato. Le produzioni soul di Melodiesinfonie forniscono una base adeguata per la voce deliziosamente malinconicha di DORJ. Non ci sono altre parole da dire se questi due artisti sono una coppia perfetta.

BRAINSTORY - BUCK
I Brainstory sono Kevin, Tony ed Eric, fratelli di sangue, nati fuori dalla San Bernardino Valley, a est di Los Angeles in una zona del crepuscolo conosciuta come Rialto, in California, un'arida terra desolata di noia e lotti vuoti. Il punk rock e lo skateboard erano la loro liberazione temporanea dalla monotonia locale. Non è passato tuttavia molto tempo prima che la loro fame di conoscenza li abbia portati a esplorare regni musicali al di là di quello del punk hardcore che ammiravano. Dopo aver frequentato una scuola di musica e un deludente tentativo di entrare a far parte la scena jazz locale, si sono trasferiti a Los Angeles e qui finalmente, dopo aver pubblicato due EP per la “El Relleno Records” di Chicano Batman, i Brainstory hanno attirato l'attenzione di Danny Akalepse e Leon Michels della Big Crown, che li ha voluti a New York, per registrare al “The Legendary Diamond Mine”. Buck è uno stato d'animo, un modo di vivere, un comportamento che ti fa superare i momenti buoni e quelli cattivi. È anche l'energia che permea l'album. La crescita musicale evidente in “Buck” rispetto al materiale precedente di Brainstory è innegabile. Prendere le vibrazioni solari della band in California e mescolarle con l'estetica di Michele a New York, si rivela una combinazione incredibile, con la band che estrae le influenze senza soluzione di continuità da un ampio ventaglio di generi. Chiamalo Funk. Chiamalo Rock. Chiamalo anima. Chiamalo Buck! (Vinile colorato limitato)

STEVE LACY – APOLLO XXI
I tempi erano decisamente maturi per un esordio da solista e il momento prescelto è anche il più azzecato: Apollo XXI arriva proprio all’indomani di quel “Father of the Bride” dei Vampire Weekend in cui Steve Lacy compare in ben due brani. Nonostante la giovane età – stiamo parlando di un classe 1998 – il nostro può vantare una lunga e rispettabilissima serie di collaborazioni (Kendrick Lamar, Blood Orange, Mac Miller, Solange) ed è uno dei membri e cioè il chitarrista, degli Internet, una band americana di Los Angeles composta dal cantante Syd, dal tastierista Matt Martians, dal bassista Patrick Paige II e dal batterista Christopher Smith. Artista della generazione digitale, con un iPhone registra i suoi primi lavori, in cui a risaltare è uno stile già riconoscibile, capace com’è di pescare a piene mani da intuizioni e sensazioni varie, saltellando con disinvoltura tra l’hip-pop della tradizione recente (è pur sempre nato a Compton) e quel pop da cameretta molto vicino a un Mac DeMarco imbevuto di coolness alla Nile Rodgers. Questo disco è la sintesi di tutte le sue esperienze, un lavoro che pur approfittando della sua aura indubbiamente hip-pop, è capace di innervare tra le sue corde un’anima timida e sensibile che risulta insolita, una miscela introspettiva di R&B, hip-hop e pop lo-fi, il punto loro perfetto punto d’intersezione.

CLASS PHOTO - LIGHT YEARS LATER
Originario della California, Patrick Morris è un ex componente della band indie statunitense STRFKR, che ebbe successo nel 2013 con l’album “Miracle Mile”. Dopo anni di pesanti tour in tutto il mondo, Morris iniziò a sentirsi stanco di viaggiare, della sua esperienza musicale con i STRFKR e decise che era tempo di dare un taglio al passato e trasferirsi nel paese d’origine di sua moglie, la Norvegia, dove ora vive e realizza melodie pop estremamente accattivanti. “Class Photo” è il progetto solista di Patrick Morris che combina un electro-funk introverso con power pop stile anni 90. Immaginate i Daft Punk rimaneggiare i vecchi classici dei Weezer, rivitalizzando i loro riff di chitarra e confezionando brani pieni di ritmo e nostalgia … il risultato ottenuto è la magia che sprigiona questo gioiellino pop.

KOKOROKO - KOKOROKO
Dopo il successo delle recenti date sul territorio italiano, torna in disponibile in una piccola tiratura il mini d'esordio dell'effervescente compagine afro-beat, composta da otto elementi, guidati da Sheila Maurice-Grey. Questo EP (“KOKOROKO” in lingua “orobo”, una tribù nigeriana, significa “essere forti”) in sole quattro tracce (ma comunque per una durata complessiva superiore ai venti minuti) mostra la grande ecletticità di questo gruppo. Il sound è caldo e tipicamente afro-beat con un groove irresistibile che lascia spazio anche alle capacità tecniche e a quella componente “istrionica” dei componenti del gruppo che inserisce elementi di jazz tradizionale nel contesto africano, ricreando atmosfere fortemente evocative.

THEE OH SEES - DOG POISON
Ristampa per la loro Castle Face dell'album pubblicato in principio nel 2009. Un disco che segnò un ritorno allo squinternato e ciondolante psych-folk in salsa acustica degli esordi, animato qui dalle ormai consuete esternazioni weird (flauti rancidi, urletti e falsetti), in leggero anticipo sul farneticante florilegio di “Castlemania”.

KANYE WEST - LATE REGISTRATION
Finalmente recuperato in vinile questo splendido album del 2005 coprodotto da Jon Brion (già con Fiona Apple, Badly Drawn Boy, Rufus Wainwright). Un disco di west-sound con inserti orchestrali, xilofono e cascate di synth. A completare questa grande opera hip-pop, gli ospiti invitati alla corte di Kanye West: Adam Levine dei Maroon 5, Jamie Foxx, Brandy, Nas, Jay-Z, The Game, Common e Cam'Ron, che aggiungono al disco quel sound pop-soul e ne fanno un mainstream rap assolutamente non banale. In conclusione, questo "Late Registration" trasuda di pop music, di black pop music, di quei beat che hanno animato le discoteche dopo la metà degli anni 70 anni fa, ma che continuano ad animarle tutt'oggi, tra Funkadelic, Prince e soul music. Trovarne l'equilibrio con la musica hip-hop era la scommessa di Mr West, il trait d'union che lega, l'una all'altra, le 21 tracce del disco. Operazione riuscita !

DAVID BOWIE - SPACE ODDITY (TONY VISCONTI 2019 MIX)
Edizione in LP per il 50° anniversario dell'album seminale di Bowie del 1969 con un mix del 2019 del produttore originale Tony Visconti, e una O-card fustellata.

WXAXRXP SESSIONS:
Le pubblicazioni che celebrano il 30 ° anniversario dell'etichetta. Edizioni limitate disponibili solo in vinile 12” , 10 sessions registrate appositamente per la radio dalle primissime John Peel sessions fino alle recenti Sessions registrate. Disponibili:
APHEX TWIN - PEEL SESSION (1995)
BOARDS OF CANADA – PEEL SESSION (1998)
FLYING LOTUS – INFINITUM MAIDA VALE SESSION (2010)

Ciao

Enjoy it all!!! 😎😎😎

https://open.spotify.com/playlist/2abN6jQpdlYCRcumWxhBov?si=7sjhJErJQSyUDexXuRkQ3Q

open.spotify.com A playlist featuring Have A Nice Life, TOY, The Limiñanas, and others

Vuoi che la tua azienda sia il Negozio più quotato a Bari?

Clicca qui per richiedere la tua inserzione sponsorizzata.

Video (vedi tutte)

Telefono

Indirizzo


Via Nicola De Giosa, 59
Bari
70121

Orario di apertura

Lunedì 16:30 - 20:00
Lunedì 09:30 - 13:00
Martedì 16:30 - 20:00
Martedì 09:30 - 13:00
Mercoledì 16:30 - 20:00
Mercoledì 09:30 - 13:00
Giovedì 16:30 - 20:00
Giovedì 09:30 - 13:00
Venerdì 16:30 - 20:00
Venerdì 09:30 - 13:00
Sabato 16:30 - 20:00
Sabato 09:30 - 13:00
Altro Negozio di film e musica Bari (vedi tutte)
Venere Libri e Musica Venere Libri e Musica
Via Melo 184/A
Bari, 70100

Vendita e permuta di libri, LP 33 giri e cd

Giannini Pianoforti Giannini Pianoforti
Via Sparano 172
Bari, 70121

Fondata nel 1874 Gainnini Pianoforti è uno storico negozio di strumenti musicali e luogo di incontro nella storia e tutt'oggi per musicisti e appassionati

Alfonsi Pianoforti Alfonsi Pianoforti
Via Emanuele Mola,11
Bari, 70121

Accordatura e riparazione pianoforti. Vendita pianoforti classici : Yamaha e Kawai usati . Bari e prov.

Mix Market Records Mix Market Records
Via Principe Amedeo, 154
Bari, 70122

dj shop , vinyl , cd , mixer , turntables , headphone , bags and cases , controller and other .....

Realizza il mio video Realizza il mio video
Http://www.youtube.com/channel/UC_qNaLzQ0Wi1TDPpnobinjQ/videos
Bari, 70123

Realizziamo video per privati e aziende.

Centro Musica Centro Musica
Corso Vittorio Emanuele II, 165
Bari, 70122

Negozio di musica prevalentemente Jazz.